25/08/2020

Bielorussia: non è una rivoluzione pro o contro Russia ma sforzo per democrazia, ora non lasciamo soli i cittadini

Durante un’audizione della commissione affari esteri del Parlamento europeo, Svetlana Tikhanovskaya, leader dell’opposizione bielorussa, ha ribadito che la rivoluzione non è un movimento a favore o contro la Russia o pro-europeo ma una lotta interna per la democrazia e la libertà. L’Ue deve impedire che il Paese si trasformi in una nuova Ucraina garantendone la sovranità. L’Unione sia quindi deterrente per influenze e interventi stranieri. L’opposizione democratica chiede aiuto al grido di “resisteremo e vincerà la democrazia ma non lasciateci soli abbiamo bisogno di voi”. L’Europa ha colto l’appello e, approvando in fase preliminare sanzioni mirate a esponenti del regime e non riconoscendo ufficialmente i risultati delle elezioni, ha mandato un segnale forte e chiaro. Al contrario, il silenzio del Ministro degli Esteri Di Maio sui brogli e le violenze del regime esclude ancora una volta l’Italia dalle questioni internazionali.